Art Exhibition

Gustave Caillebotte : tra pittura e fotografia.

Nato nel 1848 e pittore del movimento impressionista, Gustave Caillebotte era anche risconociuto come mecenate (dato da un notevole patrimonio lasciato dal suo padre) e generoso benefattore per i suoi amici pittori, Monet, Degas, Renoir e Pissaro, acquistando le loro opere.

Appassionato di fotografia, lo stile di Caillebotte è tanto più realista che quello dei suoi amici impressionisti. Si potrebbe dire che ha anticipato la perspettiva fotografica, rappresentando, delle scene della vita quotidiana, delle persone, in sospensione nel tempo, in un momento d’istantaneità, usando un colore chiaro e una luce quasi vera. Era importante il legame con la tradizione realistica.

Caillebotte rappresenta dal suo punto di vista il nuovo Parigi, quello moderno, ristrutturato da Haussmann, con i grandi “boulevards”, i parchi, insomma un’altra società. Insista sul fatto che le due categorie sociali : la classe borghese e quella operaia possono frequentare i stessi quartieri, pero mescolarsi rimane un’altro problema.

Si possono osservare nell’opera seguente i borghesi da un lato, i lavoratori che guardano verso il mondo industriale dall’altro. Se pensiamo bene, il punto di vista di Caillebotte era futurista. Le cose non sono combiate tanto oggi. La sua opera è originale nel senso che ne risulta una noia e una solitudine estrema dei personaggi.

Gustave Caillebotte, Il ponte dell’Europa, 1876,
Olio su tela, 125 x 181 cm.
Musée du petit Palais, Genève.

L’analisi della classe sociale fa parte dello stile di Caillebotte. Mostra la sua visione degli uomini.

La sua prima opera, I piallatori di parquet è stata un’elemento choc. Il soggetto (operai lavorando in un appartamento borghese) è stato considerato come provocazione ed è stato rifiutato al salone du 1875. La realtà non si voleva accettare. Almeno si doveva rappresentare.

Gustave Caillebotte, I piallatori di parquet, 1875,
Olio su tela, 102 x 146,5 cm.
Musée d’Orsay, Paris.

Se vi piaciono, la pittura impressionista, la fotografia, la realtà di quello che fu il Parigi moderno della fine del XIXe e  dell’inizio del XXe secolo, vi do tutti appuntamento in Germania, al Schirn Kunsthalle di Frankfurt dal 18 ottobre 2012 al 20 Gennaio 2013 per la mostra Gustave Caillebotte.